Escursione a piedi nel territorio centrale dei Colli Euganei

1406
Escursione Colli Euganei trekking
Escursione Colli Euganei trekking

State riflettendo su come fare per smaltire il pranzo di Natale? Al contempo avete voglia di passare una mattinata in buona compagnia e immersi in spettacolari luoghi naturali? Allora pare proprio che stiate leggendo l’articolo che fa per voi!

Vi aspettiamo lunedì 26 dicembre per quest’escursione nel cuore del Parco Regionale dei Colli Euganei.

Luogo e orario di ritrovo: Ritrovo con le proprie auto alle ore 8.30 presso Piazza del Donatore ad Albignasego (PD). Da qui raggiungeremo la piazza di Castelnuovo attorno alle ore 9.00, dove parcheggeremo le auto.

Lunghezza del percorso: 9 km circa

Dislivello in salita: 500 m circa

Note:

  • Il rientro è previsto attorno alle ore 13.15
  • Consigliamo l’utilizzo di scarponcini da trekking o di scarpe da ginnastica con la suola scolpita
  • Nel corso dell’uscita verranno effettuate soste di tipo culturale

Breve descrizione del percorso:

Quella che vi stiamo presentando è la parte sud del Sentiero naturalistico dei Colli Euganei Centrali n. 2.

Dal centro di Castelnuovo scenderemo per 200 m verso Boccon, per imboccare a sinistra una vecchia mulattiera. Dopo pochi minuti di camminata avremo la possibilità di ammirare alcuni spuntoni di roccia trachitica denominati Denti dea Vecia. Dopo essere passati nei pressi delle case Fogato e aver percorso un tratto dell’Alta Via dei Colli Euganei, giungeremo sul versante nord del Monte Venda; questo è il più alto dei Colli, tanto da poter essere considerato una montagna. Aggireremo il Monte Venda tramite il cosiddetto Corno del Venda e saliremo ai ruderi del Monastero degli Olivetani (560 m slm – massima elevazione). Successivamente scenderemo alla strada nei pressi di forcella Baiamonte (437 m slm). Da questo punto cambieremo diversi sentieri e strade asfaltate, fino a tornare alla piazza di Castelnuovo, dove poche ore prima avevamo lasciato le nostre auto.

Curiosità: uno dei primi eremiti che visse sul Monte Venda fino al 1207 si chiamava Villano ed era originario di Maserà.